A huge collection of 3400+ free website templates JAR theme com WP themes and more at the biggest community-driven free web design site
Home / Azioni / Generali, IntesaSanPaolo, Mediobanca: cosa sta succedendo?

Generali, IntesaSanPaolo, Mediobanca: cosa sta succedendo?

In questi giorni sta tenendo banco la vicenda di Generali assicurazioni, vittima di un attacco incrociato tra alcune delle più grandi società europee di credito, risparmio gestito e assicurazioni. Tutto è iniziato quando Generali ha acquistato il 3,37% di IntesaSanPaolo, in quello che sembrava un pallido tentativo di scalata, salvo poi scoprire la verità: il Leone triestino ha attaccato per difendere, e nello specifico per difendersi dall’attacco di IntesaSanPaolo, che secondo voci di corridoio stava preparando la scalata. Banca Intesa San Paolo ha confermato fin da subito queste indiscrezioni, rivelando almeno parzialmente i suoi piani: difendere l’italianità di Generali dall’attacco, di là da venire, della francese AXA.

Ne discuteremo dal vivo al seminario trading di Genova il 18 Febbraio 2017.

generali assicurazioni

Il target rialzista del titolo Generali è sopra 16,50 euro. Entrare al rialzo adesso non è tecnicamente conveniente.

Generali contro tutti

Nella contesa si è presto inserita Mediobanca, seppur in maniera piuttosto passiva. Mediobanca nei pieni dell’istituto capitanato da Carlo Messina dovrebbe essere il grimaldello per conquistare Generali, dal momento che ne detiene il 13%. Scalare Mediobanca per scalare Generali assicurazioni, quindi.

Il target rialzista sulle azioni Mediobanca rimane intorno a 9,5 euro

La situazione si è ulteriormente complicata quando è stata resa nota la partecipazione di Allianz. La presenza del gruppo tedesco, in linea di massima, confuta l’ipotesi dell’italianità, se non fosse per un “piccolo particolare”. IntesaSanPaolo e Allianz avrebbero un accordo: in cambio dell’aiuto nella scalata, i tedeschi si accaparrerebbero alcune delle “parti estere” di Generali, in un passaggio di consegne che non dovrebbe inficiare l’italianità del Leone.

Detto per inciso, moti patriottici a parte, Generali assicurazioni fa gola per un semplice motivo: è il primo gruppo assicurativo italiano, con un raccolta premi pari a 25,5 miliardi e un attivo di quasi mezzo trilione di euro. Nondimeno, Generali, nonostante il presente non sia all’altezza del passato, è un asset strategico per l’Italia. Non fosse altro per i 60 miliardi di euro di debito pubblico che detiene (il 3% o giù di lì). In virtù di ciò, anche il Governo spera di giocare un ruolo importante nella contesa. Voci di corridoio indicano che l’esecutivo supporti il piano di IntesaSanPaolo, che consiste nella creazione di un gigantesco gruppo assicurativo, tale da sbaragliare la concorrenza dei vari Axa, Allianz etc.

Generali e IntesaSanPaolo: gli scenari

Quali sono le prospettive per l’immediato futuro? Generali assicurazioni, in linea con la politica conservativa e di chiusura che l’ha caratterizzata di recente, non ne vuole sapere. E’ gelosa della sua indipendenza, per nulla intenzionata a sottostare a piani di ordine superiore, siano essi di Intesa San Paolo o – un po’ meno realisticamente – del Governo. In questo contesto, l’attacco al 3,37% appare allo stesso tempo come una mossa concreta e un gesto simbolico.

IntesaSanPaolo è incastrato tra 2.15 euro e 2.45 euro. L'uscita da tale range può spingere velocemente le quotazioni fino al successivo supporto o resistenza.

Voci di corridoio rivelano che Goldman Sachs stia preparando per Generali assicurazioni un efficace piano di difesa. Questo prevedrebbe la vendita preventiva di alcune parti essere, che sono oggetto dell’accordo tra Intesa San Paolo e Allianz. In questo modo cadrebbero le ragioni dell’accordo tra i due gruppi e si priverebbe Intesa San Paolo di un potente alleato.

Insomma, sembra che Generali abbia ancora risorse per difendersi. Secondo alcuni analisti, la contesa, una volta palesata la necessità di spendere più risorse del previsto, potrebbe esaurirsi. Vi è tuttavia profonda incertezza, in primis tra i soggetti che stanno giocando la partita.

Risk Disclaimer

Tutti i contenuti pubblicati si basano sull'opinione personale dell’autore delle condizioni di mercato alla data e ora della pubblicazione. Si prega di notare che, laddove le opinioni sono state espresse, l’autore potrebbe aver potuto cambiare idee in fasi successive. Qualsiasi valutazione o le ipotesi sottostanti sono basate esclusivamente sulla conoscenza del mercato dell’autore e dalla sua personale esperienza e il cambiamento delle condizioni può determinare una modifica delle valutazioni stesse anche pochi istanti dopo la pubblicazione. Precisiamo che i contenuti forniti sono destinati esclusivamente a scopi informativi e non dovrebbero essere considerata come una raccomandazione per acquistare o vendere. Si ricorda inoltre che il trading online è un'attività rischiosa e può indurre alla perdita del capitale investito. Tradingonline-news.com si declina da ogni responsabilità circa l'utilizzo delle informazioni qui riportate per scelte di investimento personali.

About Lorenzo

forex trader

Controlla pure

Investire in Tabacco, Casino e Alcool

Indice dei Contenuti1 Investire in tabacco, alcol e gioco d’azzardo: rendimenti costanti?2 Perché gli investimenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *