A huge collection of 3400+ free website templates JAR theme com WP themes and more at the biggest community-driven free web design site
Home / Azioni / Fare trading con le azioni: una guida esaustiva

Fare trading con le azioni: una guida esaustiva

Quando si pensa al concetto di investimento speculativo, la gente comune fa riferimento alle azioni. Ovviamente esistono molti altri asset, ma non è un caso che l’immaginario collettivo associ all’idea di mercato quella di mercato azionario. Le azioni, infatti, rappresentano una delle migliori opportunità per fare soldi con il trading.

Una guida, per quanto breve ed esaustiva, su come fare trading con le azioni può quindi risultare utile.azioni

Puoi fare trading di azioni italiane ed estere con cfd con i broker:

Come guadagnare con le azioni

E’ possibile investire con le azioni in due modi, uno consueto, che tutti, anche i piccoli risparmiatori, hanno provato almeno una volta nella vita, e uno più inconsueto, ma che comunque – grazie alla diffusione del trading online – si sta diffondendo a macchia d’olio.

  1. Metodo diretto. Questo metodo consiste, molto banalmente, nell’acquistare un titolo azionario o un pacchetto allo scopo di goderne i dividendi e, al momento giusto, venderlo. In genere, l’investitore viene supportato da una banca, che in questo caso funge da intermediario e propone i prodotti. E’ un metodo che si sviluppa sul lungo periodo, che coincide in genere con quinquennio o un decennio.
  2. Metodo indiretto. Il trader che utilizza questo metodo prende in mano la situazione, ha un controllo maggiore sui suoi investimenti. Soprattutto, non acquista un titolo o un pacchetto, ma fa trading attraverso i prodotti derivati, che appunto non prevedono il possesso dell’asset, qui presente nella forma di sottostante. La banca è sostituito da un broker che, alla stregua del Forex trading, offre una piattaforma, un servizio di assistenza, strumenti di analisi e via discorrendo. Il metodo indiretto si sviluppa sul breve periodo, e in alcuni casi brevissimo; dipende dalle preferenze e dallo stile di trading dell’investitore.

Quali sono i prodotti derivati per mezzo dei quali è possibile fare trading con le azioni? Ce ne sono molti, ma i più utilizzati sono tre.

  • Futures. Con questo termine si indicano contratti, i quali stabiliscono che a una specifica data, un compratore acquisterà un asset a uno specifico prezzo. Vengono utilizzati per mettersi al riparto dai cambiamenti di prezzo, ma molto più spesso come strumento di trading. I futures sono regolamentati e standardizzati.
  • CFD. I Contract For Difference sono quasi identici ai Futures, e in un certo senso ne rappresentano una variante più libera. I contratti infatti non sono standardizzati, ma i loro termini sono lasciati alla negoziazione del broker e dei trader. Sono prodotti Over The Counter, quindi non regolamentati ufficialmente. In compenso, godono di spread più bassi e di leve più alte.
  • Opzioni digitali e binarie. Questi prodotti non sono ancora pienamente accettati dalla comunità ma sono protagonisti di una grande diffusione. Il trader sceglie un asset, in questo caso un titolo azionario, una direzione (ribassista e rialzista) e una scadenza. Se alla scadenza il prezzo si è mosso come previsto, si ottiene un rendimento, in genere del 70%. Altrimenti, se non sussistono meccanismi di rimborso, si perde l’intero investimento.

Consigli per fare trading con le azioni

Il trading azionario differisce dal trading del Forex, che se parliamo di online è quello più diffuso, soprattutto per ciò che concerne l’analisi fondamentale. Chi fa trading con le valute deve guardare agli eventi segnalati al calendario economico, e in particolare a quelli che presuppongono una modifica, diretta o indiretta, della massa monetaria (tassi di interesse, inflazione etc.).

Ora, anche i trading azionari sono chiamati a fare questo, ma in misura molto minore. Un occhio va sicuramente concesso ai dati che riguardano il settore di riferimento della società emittente, come il PMI servizi (se l’azienda è attiva nel terziario) o il PMI classico (se l’azienda è attiva nel secondario). Tuttavia, l’oggetto della analisi deve essere, in larghissima parte, la società emittente. E’ intuitivo: se investo su un titolo azionario, è guardando alle performance della società che lo ha emesso che riesco a intuirne le potenzialità e finanche la direzione in cui si muoverà il prezzo. Per fortuna, le società sono tenute, se quotate in borsa, a rendere pubblichi tutta una serie di documenti. Proprio questi rappresentano le risorse più utili per un trader azionario.

  • Conto economico. Tale documento non è nient’altro che un elenco dei ricavi e delle spese. E’ utile per comprendere quanto utile una società ha generato nell’arco di un anno.
  • Stato patrimoniale. E’ l’elenco di tutti i beni materiali posseduti dalla società: immobili, crediti, debiti, ammortamenti etc. Questo documento è utile per comprendere quanto una società è ricca.
  • Resoconto finanziario. Si tratta di un documento nel quale sono riassunti i flussi di cassa che si sono verificati all’interno di un dato periodo.

E’ molto utile anche monitorare i cambiamenti legislativi, soprattutto dal punto di vista fiscale. Una società, infatti, può beneficiare o soffrire grandemente delle novità in campo normativo, e ciò chiaramente influisce sulla quotazione delle sue azioni.

Risk Disclaimer

Tutti i contenuti pubblicati si basano sull'opinione personale dell’autore delle condizioni di mercato alla data e ora della pubblicazione. Si prega di notare che, laddove le opinioni sono state espresse, l’autore potrebbe aver potuto cambiare idee in fasi successive. Qualsiasi valutazione o le ipotesi sottostanti sono basate esclusivamente sulla conoscenza del mercato dell’autore e dalla sua personale esperienza e il cambiamento delle condizioni può determinare una modifica delle valutazioni stesse anche pochi istanti dopo la pubblicazione. Precisiamo che i contenuti forniti sono destinati esclusivamente a scopi informativi e non dovrebbero essere considerata come una raccomandazione per acquistare o vendere. Si ricorda inoltre che il trading online è un'attività rischiosa e può indurre alla perdita del capitale investito. Tradingonline-news.com si declina da ogni responsabilità circa l'utilizzo delle informazioni qui riportate per scelte di investimento personali.

About Lorenzo

forex trader

Controlla pure

Broker CFD per il trading azioni

I broker cfd offrono le quotazioni in tempo reale dei CFD. I CFD sono strumenti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *