Bollinger Bands: uno strumento efficace per leggere il mercato?

Con il termine Bollinger Bands si fa riferimento a un indicatore molto utilizzato dai trader di ogni ordine e grado di esperienza. Un indicatore che, almeno dal successo che ha riscosso nel corso degli anni, sembra essere davvero affidabile.

E’ davvero così? Risponderemo a questa domanda nell’articolo che segue, offrendo inoltre una definizione chiara di Bollinger Bands e fornendo alcune indicazioni per sfruttarlo al meglio.

Cosa sono le Bollinger Bands

Bollingers Bands è un indicatore. Ovvero, uno strumento che analizza il mercato, offre indicazioni sul futuro prossimo dei prezzi e aiuta a ricavare dei segnali di entrata e di uscita. E’ quindi una fonte di orientamento per chi vuole praticare il trading con un approccio il più possibile scientifico, o brandendo almeno l’arma delle stime statistiche. 

Dal punto di vista grafico, l’indicatore si presenta con due medie mobili. La prima è posta al di sopra dei prezzi, la seconda è posta al di sotto dei prezzi. In realtà, sono due medie mobili “elaborate”. Nello specifico, sono medie mobile a cui è stata applicata una deviazione standard. 

Da un punto di vista prettamente analitico, le Bande di Bollinger (così sono conosciute in Italia) offrono una panoramica della volatilità dei prezzi. Tuttavia, possono offrire anche indicazioni circa il futuro. Per trarre informazioni in merito, è necessario studiare l’interazione tra il prezzo e le linee appena descritte.

Come si usano le Bollinger Bands

Per capire come utilizzare le Bollinger Bands è necessario fare un appunto dal punto di vista grafico. Le linee così come le abbiamo descritte, infatti, formano delle vere e proprie fasce, ovviamente una superiore e una inferiore. Anzi, le fasce sono tre se si conta quella centrale, ovvero delimitata dalle due “medie mobili modificate”. Come già anticipato, è l’interazione di questi elementi con i prezzi a fornire i segnali di entrata e di uscita. Gli usi che si possono fare della Bande di Bollinger sono numerosi, ma qui di seguito tratteremo solo quello principale. Ecco le interazioni da tenere d’occhio.

  • I prezzi sfondando dal basso verso l’alto la banda superiore e poi ritornano indietro. Questo è un chiaro segnale di vendita.
  • I prezzi fondando dall’alto verso il basso la banda superiore e poi ritornano indietro. Questo è invece un segnale di acquisto.

Come si evince da queste esaustive indicazioni, le Bollinger Bands si comportano più o meno come dei supporti e delle resistenze. Con l’unica differenza che tali livelli sono in questo caso dinamici, e quindi teoricamente più affidabili. 

Bollinger Bands: considerazioni generali

Le Bollinger Bands sono affidabili? Da un punto di vista puramente teorico, sì. D’altronde, le istruzioni di letture e le modalità di interpretazione sono compatibili con quelli di altri indicatori, soprattutto in riferimento a resistenze e supporti.

Nella pratica la questione è molto più complicata. Infatti, c’è un rischio concreto di ricavare dei falsi segnali. Ciò rappresenta un problema grosso, dal momento che da falsi segnali discende sempre un trade sbagliato, e dunque fonte di perdita. Tra l’altro, questo è un problema comune a molti indicatori. Per fortuna, c’è una soluzione, o almeno un modo per diminuire la probabilità di andare incontro a falsi segnali.

La soluzione è accompagnare le Bande di Bollinger con altri indicatori, quindi non utilizzarlo da solo. Gli indicatori che meglio si integrano con le Bande di Bollinger sono quelli che trattano i volumi, che li analizzano a prescindere dal trend. In questo modo, si ha a disposizione una controprova diretta delle evidenze fornite dalle Bande di Bollinger.

La ratio di fondo è semplice: quando i due indicatori forniscono lo stesso segnale, allora quel segnale è veritiero, o almeno vi è una elevata probabilità che sia così. Dunque, evitate di utilizzare le Bande di Bollinger da sole e accompagnatele con un indicatore di volume. Quale? L’RSI potrebbe rivelarsi un’ottima scelta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *