Corsi di trading: 3 criteri per sceglierli bene

I corsi di trading rappresentano una risorsa fondamentale sia per chi vuole approcciarsi al mondo del trading sia per i trader esperti. I motivi sono numerosi e li elencheremo nel prossimo paragrafo.

Prima, è bene fare una precisazione: esistono corsi di trading e corsi di trading. Un prodotto mal confezionato, poco completo o gestito da personale poco competente rischia di fare più danni che altro, dal momento che potrebbe spingere gli studenti a compiere azioni poco proficue, inefficaci o addirittura controproducenti.

Il consiglio principale, quindi, è di prestare molta attenzione alla scelta e di valutare il prodotto in maniera adeguara. Parleremo anche di questo.

L’importanza dei corsi di trading

Perché i corsi di trading sono importanti? Un motivo molto generico, ma che balza subito all’occhio, è il seguente: i corsi di trading rappresentano uno strumento di formazione, la quale è praticamente una necessità organica per chi fa trading, a prescindere dal livello di competenze. Il principiante può acquisire competenze che gli consentano di intraprendere l’attività, il trader già avviato può acquisire strumenti avanzati, magari per fare il salto di qualità.

A parte ciò, sono almeno tre i motivi per frequentare un corso di trading.

Formazione non frammentata. Chi cerca informazioni, consigli, indicazioni e nozioni teoriche, soprattutto se è un profano che si sta preparando a esordire nel mercato, corre proprio questo rischio: di formarsi un po’ di qua e un po’ di là, senza effettuare un percorso preciso e lineare. I corsi di trading scongiurano esattamente questo rischio. Tutti i corsi, infatti, anche i peggiori, hanno comunque una offerta didattica strutturata.

Unione tra teoria e pratica. La maggior parte dei corsi di trading presentano sia moduli teorici che moduli pratici, ovvero parti in cui vengono mostrate – magari in tempo reale – sessioni di trading e i relativi risultati.

Docenza esperta. Tutti i corsi di trading sono tenuti da un trader, a meno che non siano corsi truffa (che pure ci sono, per quanto facilmente riconoscibili). Dunque, chi insegna è comunque un esperto del settore, dal quale si può imparare molto.  

I criteri per scegliere i corsi trading

Come già anticipato, esistono corsi di trading e corsi di trading. Certo, tutti posseggono le caratteristiche che abbiamo appena elencato, ma alcuni centrano il proprio obiettivo formativo meglio di altri. Essenziale, quindi, è individuare i migliori. Per farlo è necessario sapere come valutare un corso di trading. Ecco qualche consiglio.

Passate in rassegna le vostre esigenze. Siete dei profani della materia che devono imparare l’abbiccì? SIete dei principianti che intendono migliorare la propria performance? Siete dei trader già formati che vogliono compiere il salto di qualità? In base alla risposta, scegliete un corso di livello base, piuttosto che di livello medio o avanzato.

Studiate l’offerta didattica. Il passo successivo, una volta stabilito il livello generale, è analizzare l’offerta didattica. Se puntate a un corso base questa deve essere completa, con i moduli che spiccano per eterogeneità. Se puntate a un corso medio o avanzato verificate che il corso affronti specificatamente i temi che vi stanno più a cuore.

Verificate la presenza di sessioni in tempo reale. Che il corso sia di livello base, medio o avanzato, è sempre bene che contenga sessione in cui viene mostrata l’applicazione pratica di quanto insegnato. Se possibile, con risultati certificabili.

Raccogliete informazioni sul docente. E’ uno dei passaggi più importanti. La buona riuscita del corso dipende dalla qualità dell’insegnante. Verificate che sia davvero esperto, che abbia dalla sua risultati di buona caratura e che abbia già una certa esperienza didattica.

Un consiglio utile

Anche volendo, prendere in considerazione questi requisiti è molto complicato, vista l’offerta di corsi che affolla internet. Il consiglio, per procedere a una prima scrematura, è di fare riferimento ai corsi organizzati direttamente dai broker. Alcuni sono gratuiti (previa apertura di account). Prendete in considerazioni i broker di fama internazionale che vedete rappresentati qui a lato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *