Il trading online funziona? Sì, ma a queste condizioni

Chiunque stia pensando a entrare in questo complicato mondo si chiede: il trading online funziona? E’ una domanda a cui, per quanto apparentemente semplice, non è semplice rispondere. Anzi, probabilmente non esiste una risposta che sia valida sempre e comunque. E non potrebbe essere altrimenti: in gioco ci sono numerosi fattori, alcuni dei quali entrano a pieno titolo nella sfera personale del singolo trader.

Di certo, il trading online funziona per alcuni. In alcuni casi, se vengono soddisfatte alcune condizioni, può diventare una fonte di ricchezza e di libertà finanziaria. Niente di impossibile, sia chiaro, ma di impegnativo sì, e come.

Nell’articolo che segue elencheremo proprio le condizioni affinché il trading online possa funzionare, e trasformarsi in un’attività redditizia.

Zero improvvisazione

Apparentemente sembra una condizione sì necessaria, ma anche banale. Prima di tentare la carriera nel trading, occorre prepararsi, e prepararsi a lungo. Il trading è un’attività complessa, che non lascia spazio all’improvvisazione. Anzi, chi si approccia in questo modo, senza aver prima intrapreso un serio percorso di studio, è destinato a perdere rovinosamente.

Dunque, se volete diventare dei trader, prima ancora di aprire un conto, fosse anche di poche decine di euro, studiate. Fatelo, se potete, su una pluralità di canali. Puntate inizialmente sulla teoria ma, appena possibile, spostatevi verso la pratica. Anche da questo punto di vista le possibilità sono numerose, dal momento che la maggior parte dei broker consente di aprire i conti demo.

Partire con un buon capitale

Questo è un aspetto che spesso viene trascurato dai trader principianti o dagli aspiranti. D’altronde, alcuni broker consentono di aprire conti con poche centinaia di euro, in alcuni casi si parla persino di decine. Nonostante questa possibilità sia reale, è bene non iniziare con un capitale risicato. Ufficialmente, si riduce l’esposizione al rischio. Nella realtà, però, ci si espone a rischio se possibili ancora più grandi.

Un esempio? Chi inizia con un capitale minimo si vede frustrato nei tentativi di guadagnare denaro. Anche quando mette a segno i trader, il profitto è, in senso assoluto, molto ridotto. Sicché il trader è stimolato ad agire pericolosamente per forzare il guadagno, magari impiegando leve troppe elevate, con il rischio di perdere il proprio capitale e di vedersi persino azzerato il conto.

Scegliere bene il broker e la piattaforma

Scegliere broker e piattaforma è forse uno dei passaggi cruciali per tutti i principianti. Entrambi, infatti, rappresentano l’interfaccia verso il mercato, il canale che congiunge il trader al mercato stesso. Senza entrambi, il trading online non potrebbe essere praticato.

Dal broker e dalla piattaforma dipende l’ambiente di trading entro cui l’utente si trova ad operare. Per questo sono così importanti. Il broker, in particolare, “fa i costi”.

E’ bene scegliere un broker affidabile, conveniente e capace di erogare un buon servizio di assistenza. Non è facile beccare il broker giusto. Il consiglio è di puntare sui più famosi, come quelli che vedete ritratti nei banner di questa pagina.

Praticare un solido money e risk management

Il money management e il risk management consentono di tenere sotto controllo gli effetti collaterali del trading, ovvero la perdita di capitale e la sconfitta nei trader. E’ grazie a queste due discipline che il trading online funziona.

A un livello basico possono essere praticate da chiunque. Per padroneggiarle, e limitare al minimo gli effetti della sconfitta, è necessario applicarsi molto e sperimentare tecniche consolidate.

Dare la giusta importanza alla psicologia

Checché ne dica l’immaginario collettivo, la psicologia ricopre un ruolo di primo piano nel trading online. Anzi, è in grado di determinare il risultato, ovvero la capacità di generare profitti. Il motivo è semplice: il mercato è difficile da comprendere, l’incertezza regna sovrana, la posta in gioco è altissima. Tutto ciò causa stress e pressioni emotivo. Riuscire a controllare le emozioni, o almeno a gestirne gli effetti è fondamentale per mantenere la necessaria lucidità.

Dunque, curate bene l’aspetto psicologico e imparate il prima possibile a gestire la vostra componente emotiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *